Alla Bmsc “Ordinaria amministrazione. Gli ebrei e la Repubblica Sociale Italiana” di Matteo Stefanori

Mercoledì 10 gennaio 2018, alle ore 17.00, si svolgerà a Roma, alla Biblioteca di Storia moderna e contemporanea, la presentazione del volume “Ordinaria amministrazione. Gli ebrei e la Repubblica Sociale Italiana” di Matteo Stefanori, Laterza, 2017.
Interventi di : Anna Foa, Lutz Klinkhammer, Amedeo Osti Guerrazzi.
Coordina: Maria Ferretti. Sarà presente l’autore.

Il 30 novembre 1943, con una semplice ordinanza di polizia, il governo della Repubblica Sociale Italiana decise di arrestare e rinchiudere in campi di concentramento tutti gli ebrei d’Italia.
Agenti di polizia e carabinieri, quasi fosse ‘ordinaria amministrazione’, eseguirono gli ordini ricevuti ed in poche settimane, spogliati dei beni, essi furono condotti prima in campi ‘provinciali’ e poi trasferiti in una struttura ‘nazionale’, a Fossoli di Carpi (Modena).

A cinque anni dal varo delle leggi razziali del 1938 , la persecuzione antiebraica perseguita dal fascismo al potere si avviò verso un’ulteriore escalation, ed il nuovo Stato fascista ‘repubblichino’ intese così considerare ‘nemico di guerra’  tutta la popolazione israelita del nostro Paese.

Mercoledì 10 gennaio 2018 – Ore 17.00
Biblioteca di Storia moderna e contemporanea
Via Michelangelo Caetani 32 – 00186 Roma
Tel. 06 6828171
www.bsmc.it 
b-stmo.info@beniculturali.it


In onda su Tv2000 ‘Dustur’, un docufilm su Costituzione e stranieri. Detenuti-migranti e giuristi a confronto nel carcere Dozza di Bologna

I detenuti del carcere Dozza di Bologna di origine araba e religione islamica sono i protagonisti del docufilm ‘Dustur’, che tradotto dall’ arabo significa ‘Costituzione’, in onda su Tv2000 martedì 2 gennaio 2018 alle 23.10.

Insegnanti e volontari hanno organizzato un corso scolastico in cui i detenuti sono impegnati a discutere sulla Costituzione Italiana ed a scrivere un Dustur ideale. A tenere le fila è Ignazio, un religioso che ha vissuto per molti anni in Medio Oriente, affiancato da Yassine, un giovane mediatore culturale musulmano, che traduce in italiano (e in arabo) i diversi dialetti parlati dai detenuti, mediando anche tra le posizioni più estreme. Ad ogni incontro arriva un ospite esterno; l’ultimo è Samad, un giovane ex detenuto marocchino che ha trascorso quattro anni nel carcere di Bologna ed ora cerca di ricostruire la propria vita.
Un viaggio dentro e fuori il carcere, dentro e fuori i confini della libertà. Un viaggio che comincia dietro le sbarre di una biblioteca, per concludersi sull’Appennino, a Marzabotto, uno dei luoghi-simbolo della Resistenza e della Costituzione Italiana. ‘Dustur’ è diretto da Marco Santarelli.

A Roma, alla FNSI, l’AICVAS presenta un web-doc e la nuova banca dati sui combattenti di Spagna

Saranno presentati a Roma, a giornalisti e storici, il prossimo 26 maggio 2017, a partire dalle ore 14.30 presso la Federazione Nazionale della Stampa ItalianaFNSI da parte degli amici dell’AICVAS, l’Associazione Italiana Combattenti Volontari Antifascisti di Spagna,
il web-documentario “La lunga Resistenza” insieme alla nuova banca dati biografica interattiva dei combattenti di Spagna.

Interverranno:
Italo Poma – Presidente dell’AICVAS
Luciano D’Onofrio – regista del web-doc
Andrea Torre – archivista dell’INSMLI Istituto Nazionale di Storia del Movimento di Liberazione in Italia
Prof. Carlo Felice Casula – Università Roma Tre

Il web-documentario “La lunga Resistenza”, realizzato grazie al contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri per il 70° della Resistenza, racconta l’epopea degli antifascisti italiani, utilizzando materiali di repertorio, videointerviste originali con i protagonisti quando erano ancora in vita (unico superstite, fino allo scorso aprile, il quasi centenario napoletano Aurelio Grossi) e i contributi scientifici di storici italiani, francesi e spagnoli.

L’AICVAS è dotata di un archivio, tra i più forniti in Europa, che comprende biografie, documenti e fotografie dei combattenti in terra di Spagna, ospitato presso l’INSMLI.
Con l’importante contributo degli archivisti dell’INSMLI è in corso di realizzazione la banca dati interattiva accessibile in rete, con le biografie dei circa 5.000 antifascisti che parteciparono alla guerra di Spagna, corredate di fotografie e di indicazione dei luoghi – in larga parte archivi degli istituti storici – in cui è possibile trovare documentazione su di essi.

Venerdì 26 maggio 2017 – ore 14.30-18.30
presso la
Federazione Nazionale della Stampa Italiana – FNSI 

sala Walter Tobagi
Corso Vittorio Emanuele II, 349 – Roma